• Boutique Proporta

    Accessori per smartphone e tablet - Proporta
  • MSI P45-8D Memory Lover


    [img]photoplog/images/1/1_msip45-8dml.jpg[/img]La primamotherboard al mondo che utilizza 8 slot per RAM. Una scheda madre che privilegia la longevità, essendo compatibile sia con le odierne DDR2 che con le future DDR3. Chipset Intel P45 al fine di poter avere le massime prestazioni in entrambe le soluzioni.



    23

    Microstar International nasce nel lontano 1986 come produttrice di prodotti ad alta tecnologia e ha raggiunto il traguardo di essere la terza produttrice al mondo di mainboard. Ad oggi conta tantissime filiali in tutto il mondo e, cercando di costruire prodotti sempre più affidabili, punta a salire di grado.

    La motherboard P45-8d che analizziamo oggi cerca di essere la soluzione ideale per chi cerca in una scheda madre la massima longevità, con la piena compatibilità con ram DDR2 e le nuove DDR3, ancora in fase di affermazione sul mercato, con i prezzi che stanno progressivamente scendendo.

    24

    Inoltre, in MSI non si parla solo di mainboard, bensì la società è impiegata anche in diversi altri fronti, quali sistemi Barebone, lettori mp3, notebook, schede video, masterizzatori e sistemi di comunicazione LAN e Wireless.

    Dopo questa breve premessa di base, analizziamo la MSI P45-8D Memory Lover e tutti gli accessori forniti insieme.

    1 2

    La scatola riassume il leit-motiv della motherboard. MSI ha voluto dare un secondo nome alla motherboard. “Memory Lover” vuole appunto indicare che la scheda madre può accogliere ogni tipo di memorie DDR, le più blasonate DDR2 ed anche più avvantaggiate dal rapporto prestazioni-prezzo per arrivare alle più nuove DDR3, memorie sicuramente più costose, ma sicuramente più longeve. MSI ha voluto indicare sulla motherboard con un immagine in cui tutte le memorie giungonoad essa, sicuramente di sicuro effetto.

    3 4

    5 6

    Un buon numero di accessori allegato alla motherboard:

    • 1 cavo EIDE Parallel-ATA con indicazione delle prese destinate al sistema, al canale master e slave opportunamente raccolto e avvolto in una guaina plastica;
    • 1 cavo floppy rounded;
    • 1staffa PCI con due porte USB;
    • 1 staffa PCI con due prese e-SATA ed una presa molex di alimentazione a 4 pin;
    • 4 cavi Serial-ATA;
    • 2 adattatori da molex a connettore SATA per l’alimentazione;
    • 1 mascherina per le connessioni sul retro del case;
    • 1 M-Connector per le connessioni USB e dei led per l'attività degli hard disk e del case;
    • 2 CD-Rom con driver e utility della motherboard per Windows XP-Vista;
    • 1 CD-Rom con programmi extra di MSI

    7

    25

    26

    27

    Guardando la nostra scheda madre, possiamo notare diverse particolarità, prima fra tutte l'utilizzo di ben 8 slot di memoria

    8

    In alto troviamo il socket LGA775 per la CPU circondato dalla mascherina per il fissaggio della CPU. I condensatori posti sulla sinistra sono effettivamente vicini ma non creano difficoltà nel montaggio nel dissipatore, oltre ad essere di ottima qualità. Il socket è circondato da due dissipatori in rame con la scritta DrMOS Touch, i quali hanno il compito di ottimizzare l'energia proveniente dall'alimentatore e di conseguenza limitare i consumi.

    Sono stati previsti otto slot per RAM, di cui 4 per RAM DDR2 (verdi e arancioni) e altrettanti 4 per RAM DDR3 (blu e rosa), divisi a due a due da un colore diverso al fine di attivare la modalità Dual Channel. Stampigliata direttamente sulla scheda madre, è presente una tabella con l'indicazione degli slot da utilizzare a seconda della tipologia di RAM. Infine in alto a sinistra notiamo il connettore a 4 pin per l’alimentazione della ventola della CPU posto in una posizione ideale e comoda.

    9 12

    13 14

    Sulla destra degli alloggiamenti per le RAM possiamo notare il connettore per l'alimentatore da 24 pin, a seguire il canale EIDE. Scendendo verso il basso della scheda madre, notiamo ben 8 connessioni SerialATAII, delle quali le prime 6 di colore viola sono gestire dal southbridge ICH10R, mentre le altre due di colore verde sono gestire dal chipset JMB363, posto subito al di sopra delle porte SATAII.

    Appena a sinistra delle porte SerialATA II, sono presenti 4 connettori per ben 8 porte USB da collegare con le porte presenti sul case e ulteriori staffe sul lato posteriore. Sotto le porte SATAII, sono presenti due pulsanti, uno per il RESET ed uno per l'accensione della scheda madre, in modo da poter accendere il PC senza dover per forza collegare la motherboard al case.

    Continuando l’analisi, vediamo la presenza dello slot PCI-Express x16 con relativa staffa di sicurezza, 1 PCI Express x1 e 3 PCI. Spostandoci in alto ecco il chipset Intel P45 sormontato da un dissipatore passivo in rame.

    11 15

    16 17

    18

    Sulla sinistra del dissipatore del chipset northbridge Intel P45, è presente un selettore con i classici jumper per la configurazione dell'FSB delle memorie. Come in foto, il sistema resta a default, mentre le altre configurazioni danno altre combinazioni in Mhz.

    Guardando la scheda madre lateralmente, sul retro, possiamo vedere tutte le connessioni disponibili; partendo da sinistra, le due porte PS2, la porta parallela e seriale, lo CMOS Reset per il RESET del BIOS in caso di overclock non andato a buon fine, 4 porte USB 2.0 sormontate da una porta firewire e 1 porta RJ-45 per la LAN, chiudono tutte le connessioni audio per sistemi a sei canali.

    Entriamo ora nel BIOS (Basic Input/output system) della MSI P45-8D dove sono contenuti tutti i settaggi di avvio del sistema.

    Dalla schermata principale, possiamo vedere tutte le voci standard del BIOS AMI con l’aggiunta della voce Cell Menu, dentro il quale sono presenti tutti i parametri per il controllo del Front Side Bus e dei timings delle memorie, con allegati i voltaggi di ognuno.

    19 20

    21 22

    Operando nel Cell Menu, e più specificatamente nell'Advance DRAM Configuration, possiamo settare diversi parametri dei timigs delle RAM agendo inoltre direttamente sulla frequenza.

    Molto completa anche la dotazione di menu e sottomenu per la modifica dei voltaggi di alimentazione di CPU, RAM e Southbridge. Per quanto riguarda la CPU, la possibilità di raggiungere un vcore di 1.95 è più che sufficiente al fine di raggiungere la stabilità operativa in caso di forti overclock dell’FSB. Il voltaggio delle RAM DDR2 può essere incrementato fino a 3.324v, mentre per quanto riguarda le RAM DDR3 il voltaggio massimo è di 2,77v. Valori più che rispettabili che in caso di forte overclock e non adeguato raffreddamento dei banchi di RAM, possono portare alla bruciatura dei banchi. Infine, il voltaggio dell'ICH10R può essere aumentato fino a 1.8v, mentre il northbridge può essere portato fino a 2.624v.

    Interessante anche la caratteristica intrinseca del chipset ICH10R di creare array RAID direttamente dal BIOS. E' infatti possibile creare un RAID 0, 1, 5 e 10, il che permette di avere dati sempre al sicuro e velocità in afse di lettura e scrittura.

    Configurazione di prova:

    • CPU: Intel Core2Duo E6600
    • Scheda madre: MSI P45-8D
    • RAM: 2x1GB PC6400 Corsair DDR2- 2x1GB PC14400 OCZ DDR3
    • Scheda video: Sapphire ATi Radeon HD4870X2 versione Catalyst 9.3
    • HD: Western Digital Raptor 74 GB
    • DVD: Lettore LG
    • S.O. : Windows XP Professional + SP3
    • Alimentatore: Antec 850 Watt

    Il sistema è stato formattato e ogni test è stato effettuato tre volte, facendo la media dei valori rilevati.

    I test effettuati sono stati:

    • 3D Mark 2001 SE
    • 3D Mark 2003
    • 3D Mark 2005
    • 3D Mark 2006
    • SuperPI 1 MB
    • PC Mark 05
    • Lavalys Everest

    3D Mark 2001 SEcon DDR2: 52340

    3D Mark 2001 SEcon DDR3: 53650

    3D Mark 2003 con DDR2:35870

    3D Mark 2003 con DDR3:37560

    3D Mark 2005con DDR2:18670

    3D Mark 2005con DDR3:18780

    3D Mark 2006con DDR2: 14370

    3D Mark 2006con DDR3: 15430

    SuperPI 1Mbcon DDR2:17,345

    SuperPI 1MbconDDR3:17,065

    Lavalys Everest 4.5 latency con DDR2: 66

    Lavalys Everest 4.5 latency con DDR3: 65

    La MSI P45-8D equipaggiata con il chipset Intel P45 si è dimostrata un ottima motherboard in tutti i campi di utilizzo, siano questi home/office che workstation.

    Ottima caratteristica la possibilità di poter utilizzare RAM DDR2 e DDR3 al fine di poterne aumentare la longevità, anche nel momento in cui le DDR3 diventeranno competitive dal punto di vista del rapporto prestazioni-prezzo. Gli 8 slot di RAM sono si obiettivamente ingombranti ma non causano particolari problemi con altre periferiche. Ben 8 le connessioni SerialATAII, con la staffa PCI che permette il collegamento di periferiche eSATA esterne con l'alimentazione che può essere data direttamente dall'alimentatore interno. Stupisce forse vedere ancora la porta parallela e seriale, ma essendo una motherboard che premia la longevità, credo che sia una scelta interessante al fine di utilizzare la scheda madre anche con periferiche più datate.

    A livello di bundle è risultata essere completa, grazie a tutte le connessioni presenti sulla scheda madre.

    Aspetti positivi:

    • Bundle completo
    • Buona longevità
    • 8 SerialATAII
    • Ottima tendenza a salire di FSB
    • CoreCell e DrMOS
    • Dissipatori passivi
    • Pulsante di RESET CMOS sul retro della motherboard
    • Porta parallela LPT e COM

    Aspetti negativi:

    • Nulla da segnalare
  • Video - Asus Nexus 7 Unboxing

  • Video - Samsung Galaxy Nexus Unboxing

Privacy Policy
Cookie Policy
hosted by: foolix